skip to Main Content
Web Marketing: Trend Del 2018

Web Marketing: trend del 2018

Web Marketing: quali i trend per il 2018?

Ecco le tre novità sul Web Marketing da tenere sott’occhio!

Tra la fine del 2017 e l’inizio del 2018 tutti coloro che lavorano nel Web Marketing hanno iniziato a fare ipotesi su quali sarebbero stati i trend da seguire con attenzione. Analizzando i siti di settore più importanti ci siamo resi conto che in sostanza saranno 3 le novità da tenere sotto controllo. In realtà si tratta di tecniche ed approcci già in uso, ma nel 2018 potremo osservare degli importanti sviluppi in tal senso.

Ricerca vocale

Secondo Google la ricerca vocale aumenterà nel 2018, specialmente grazie ad un utilizzo sempre in crescita di smartphone e tablet. Le ricerche effettuate a voce sono senza dubbio più rapide ed immediate rispetto a quelle “alla vecchia maniera”, fatte con la tastiera. La ragione è facilmente intuibile: è più immediato usare la voce che scrivere; detto questo, aggiungiamo che nel fare una ricerca vocale tendiamo ad usare espressioni che mai digiteremmo su una tastiera.

Live chat

La live chat è un ottimo strumento che consente agli utenti di comunicare in tempo reale con un operatore mentre navigano su un sito web. La finestra di dialogo si trova in un riquadro in basso a destra ed è a scomparsa, ovvero rimane chiusa quando non la si usa. Forrester afferma che l’utilizzo della live chat è cresciuto negli ultimi anni seguendo questa progressione: dal 38% nel 2009 al 65% nel 2015, e ancora ad aumentare nel 2017. Possiamo poi dire che la live chat si inserisce in una seconda tappa del processo inbound, poiché permette ad un utente appena giunto sul sito web di interagire subito con il customer care avendo facilmente la possibilità di chiedere informazioni rispetto ad un prodotto o servizio.

Featured snippet

Prima abbiamo parlato di come la ricerca vocale sia sempre più usata, e di come lo stesso Google dia un maggiore risalto ai risultati in “posizione zero”, che nelle SERP sono gli snippet mostrati ancor prima della posizione num. 1. Parliamo dei medesimi risultati che sono “letti” dai diversi assistenti vocali quando effettuiamo una ricerca che prevede proprio il feature snippet, ossia lo snippet in primo piano. Procediamo verso una direzione che ci indurrà ad utilizzare sempre di più la ricerca Google non solo in quanto motore di ricerca ma anche come se fosse un “assistente vocale”. Google sta in effetti assecondando ed incoraggiando questo trend anche attraverso il suo device Google Home.

Segui la pagina Facebook!