business management

video

Oggi qual è l’impatto emotivo dei video sui social media o in Tv?

Ecco perché non possiamo fare a meno dei video in un piano editoriale sui social media

Lo sappiamo, fare un confronto tra Tv e Social è un azzardo. Soprattutto in un’era come questa, in cui il nostro modo di comunicare è completamente cambiato e influenzato dagli smartphone e i social network, nei quali siamo attivi in ogni momento. Sui social i brand hanno la possibilità di acquisire una caratterizzazione più “umana”, facendo apparire la Tv come uno strumento che non ci stimola più. Eppure la Televisione va ancora considerata come parte integrante delle nostre vite. Ultimamente stiamo assistendo ad un’evoluzione della comunicazione all’interno della televisione, ormai divenuta anch’essa Social. Lo scopo principale è di restare a galla tentando di diventare complementare ai famigerati Social, e trasformandosi in uno strumento che stimolasse l’utente e lo attraesse in un modo nuovo. Così, sempre più spesso, nella pubblicità e nei programmi appaiono call to action come “Seguici su Facebook” o le icone dei vari social, fino ad arrivare all’utilizzo di hashtag, dei sondaggi e la lettura dei messaggi in diretta. Tutto questo ha segnato un fondamentale cambiamento nella comunicazione, mettendo in relazione i due media.

Facebook ha deciso di approfondire proprio il rapporto tra Tv e Social, correlando questa ricerca con l’utilizzo dei video. L’obiettivo era quello di far emergere il sentiment che i due diversi canali suscitano nei loro utenti quando questi ultimi hanno a che fare con la visione di un video, comprendendo quindi la preferenza d’uso di un canale, rispetto ad un altro. I protagonisti di questa ricerca sono stati Facebook, Instagram e, appunto, la Tv, e hanno consentito di scoprire qualcosa di interessante: prima di tutto che la fruizione di video sui due social (Facebook e Instagram) non avviene su mobile, ma è un’attività che viene svolta soprattutto a casa, in tranquillità; poi, la visione dei video sui social ha lo scopo di essere aggiornati sulle attività di amici e parenti, è uno strumento di convivialità, mentre la Tv è reputata come un canale che stimola la conversazione, infatti, la si guarda generalmente per avere qualcosa di cui parlare con gli altri. Infine, si è scoperto che guardare un video su Facebook o Instagram suscita negli utenti emozioni molto forti, mentre in Tv il video ha un effetto più rilassante. I canali sono diversi, e di conseguenza anche gli obiettivi e gli effetti nel trasmettere la stessa cosa.

Possiamo dire, in conclusione, che i video ricoprono un ruolo sempre più importante nella comunicazione attuale.

I video sono divenuti fondamentali sui Social, anche per i brand. Le piattaforme nate con lo scopo di usare un unico formato (testuale o fotografico), oggi hanno dovuto aggiornarsi, arrendendosi ai video. C’era il social di solo testo (Twitter) o di sole immagini (Instagram), ma oggi questi canali, pur mantenendo la loro natura, stanno diventando più complessi dal punto di vista contenutistico. Praticamente tutti ormai consentono di pubblicare video in diretta, registrati o gif, e su Facebook l’introduzione dell’auto-play dei filmati (che partono automaticamente, senza che l’utente ci clicchi su) è senza dubbio nata per diventare l’arma in più!

Si è quindi appreso quanto l’utilizzo dei video stia diventando parte integrante dei piani editoriali aziendali sui diversi social media, garantendo un buon numero di interazioni e un sempre maggiore interesse.

 

Segui la pagina Facebook di Trendence!