skip to Main Content
Reddito Di Cittadinanza: Nessuna Novità, L’idea Nasce A Napoli Nel 1915.

Reddito di cittadinanza: nessuna novità, l’idea nasce a Napoli nel 1915.

M5S, il reddito di cittadinanza, un’idea Napoletana del 1915

Il reddito di cittadinanza, come sappiamo, è una proposta di legge presentata dal Movimento Cinque Stelle in quest’ultima legislatura. Una proposta sicuramente lodevole che potrebbe venir incontro alle esigenze di tanti nostri concittadini meno fortunati. Il Movimento Cinque Stelle sostiene l’iniziativa con grande enfasi ed orgoglio ”pubblicizzando” il fatto che solo un movimento politico nato ”dal basso” potesse partorire un’idea talmente innovativa che rompesse gli schemi dell’immobilismo sociale e politico del nostro Paese. Ebbene, durante alcune ricerche sul web, abbiamo fatto una scoperta sorprendente: la proposta per il reddito di cittadinanza (ribadiamo, lodevole) non è un’idea del Movimento Cinque Stelle ma di un Napoletano nato nel 1849.  Un Napoletano d’eccezione: il principe Giuseppe Caravita di Sirignano, figlio di Francesco e Antonietta de Tomasi dei principi di Lampedusa. Il principe Giuseppe, infatti, dopo essere stato eletto deputato nel 1891, nel 1915 divenne senatore del Regno d’Italia e fu proprio in questo periodo che presentò un disegno di legge che prevedeva un sostegno economico per i senza reddito (reddito di cittadinanza). A quei tempi la proposta del ”principe amico della popolazione” suscitò un grande scalpore ma certamente non meravigliò chi lo conosceva bene. Il principe Giuseppe, abbiamo scoperto, era un personaggio estremamente vicino alla popolazione Napoletana (soprattutto verso i più bisognosi) per la quale, tra le innumerevoli cose,  fondò il Circolo Artistico Politecnico nonché  Museo Caravita, sito a Piazza Trieste e Trento.

Fonte: http://www.nobili-napoletani.it/Caravita.htm