skip to Main Content
Google E Le Accelerated Mobile Pages AMP

Google e le Accelerated Mobile Pages AMP

Cosa sono le AMP?

Google ora offre a tutti i vantaggi delle pagine AMP

Diversi anni fa Google ha introdotto una nuova tecnologia utile per accelerare il caricamento delle pagine web, denominata Amp (Accelerated Mobile Pages), che permetteva appunto di caricare molto più rapidamente le pagine richieste durante la navigazione da mobile. Ma adesso da Mountain View è stata lanciata una campagna perché Amp diventi un vero e proprio standard. Non sarà più  indispensabile aderire all’AMP Project per ottenere l’ambita posizione nel carosello delle notizie principali nelle Serp: basterà che i contenuti seguano i nuovi standard.

Quindi, non bisognerà necessariamente essere una AMP: oggi Google offrirà a tutti gli editori sul web gli stessi vantaggi che una volta erano riservati solo a determinate pagine super-veloci (Accelerated Mobile Pages). Certamente, agli editori toccherà uno sforzo per riadattare le proprie pagine ai nuovi standard, ma in cambio Google s’impegna ad assegnare un posto in sezioni solitamente dedicate a coloro che contano su pagine super-veloci, come il primo risultato tra le Notizie principali nei suoi risultati di ricerca.

Malte Ubl, ingegnere alla direzione tecnologica dell’AMP Project, ha affermato che sulla base di ciò che hanno imparato da AMP, in questo momento si sentono pronti per il passo successivo e supportare di più contenuti di caricamento istantaneo non basati sulla tecnologia AMP. Questi contenuti dovranno seguire una quantità di standard e soddisfare una serie di parametri oggettivi di user experience e di performance. Così, a poco tempo dall’annuncio delle nuove Stories su AMP, Google spiega i procedimenti che gli editori dovranno attuare per poter arrivare al carosello di Notizie principali, senza passare per forza dalle Accelerated Mobile Pages. Quando parliamo di Stories di Google parliamo di contenuti mostrati nella Serp e che consentono agli utenti di navigare in una sequenza di elementi testuali e grafici.

 

Segui la pagina Facebook!