skip to Main Content
Annunci Pubblicitari: Google E Il Machine Learning

Annunci pubblicitari: Google e il machine learning

Ecco le quattro novità Adv presentate da Google!

Durante l’evento Marketing Live 2018, il colosso di Mountain View ha presentato delle novità interessanti riguardo gli annunci Search e Shopping, le campagne locali e la pubblicità su YouTube. Gli annunci pubblicitari di Google sono ormai un business che si affida sempre più all’intelligenza artificiale: pochi giorni fa, Big G ha presentato una serie di strumenti innovativi che sfrutteranno il machine learning per supportare gli inserzionisti nel raggiungere il proprio target di riferimento.

Possiamo dire che la pubblicità diventerà ancora più rilevante con gli annunci “adattabili” della rete di ricerca. Basterà fornire fino a 15 titoli e 4 righe di descrizione e Google si occuperà del resto. Testando varie combinazioni, Google riuscirà a capire quale tipologia di annuncio darà risultati migliori per ogni query. Quindi, in base al contesto, utenti che effettueranno la medesima ricerca potrebbero visualizzare annunci differenti.

Al Marketing Live 2018, Google ha annunciato i seguenti quattro strumenti:

  • Local Campaigns: si tratta di un nuovo tipo di campagne pubblicitarie il cui scopo principale è far crescere le visite a un negozio fisico. L’inserzionista fornisce soltanto l’annuncio e l’indirizzo del negozio, e l’intelligenza artificiale di Google analizzerà come meglio “piazzare” strategicamente l’adv. Questo tipo di campagne arriveranno a livello mondiale in qualche mese.
  • Responsive search ads: Google ha studiato la combinazione di parole ideale per far visualizzare un annuncio non soltanto in base alle ricerche effettuate da quell’utente, ma anche in base al contesto. L’inserzionista dovrà solo decidere 15 diverse headline e 4 descrizioni: l’AI penserà al resto. Google ha notato come, in media, gli annunci realizzati con questo sistema, riescano ad ottenere il 15% di click in più.
  • Maximize lift: pare che arriverà prima della fine del 2018; al momento è in fase di test per un ristretto numero di inserzionisti. Si tratta di uno strumento in grado di scegliere il momento migliore per mostrare un determinato annuncio su YouTube.
  • Le campagne Smart Shopping: sono state introdotte pochi mesi fa e consentono di ottimizzare le prestazioni delle campagne pubblicitarie in base a specifici obiettivi, come visite al negozio, nuovi clienti e così via. Presto sarà inoltre possibile impostare contemporaneamente più obiettivi; le tecnologie di machine learning possono posizionare un annuncio considerando anche le probabilità che quell’annuncio riesca a creare reali conversioni.

Segui la pagina Facebook!