business management

mobile payment

Contanti addio, ecco i pagamenti digitali!

Pagare con lo smartphone? I pagamenti digitali sono in crescita.

Oggi la spesa può essere pagata semplicemente, con il nostro smartphone.

In Italia sta partendo il servizio di Apple Pay per eseguire gli acquisti utilizzando non solo l’iPhone, ma anche Watch e tablet. In tutto il mondo si contano ben 20 milioni di negozi che hanno accettato i pagamenti digitali. Ma la vera sfida ora è con i colossi Samsung e Google.

Si tratta sicuramente di una bellissima notizia per coloro che non riescono a separarsi mai dal loro amato iPhone: è in arrivo anche in Italia il nuovo sistema di pagamenti digitali Apple Pay, che convertirà il famoso smartphone in un’agevole carta di credito. Sarà quindi possibile eseguire qualsiasi pagamento in modo semplice e rapido con il proprio smartphone. Come al solito sono le App di ultima generazione a venirci in aiuto!

Come funziona questa novità? È facile: basta avvicinare lo smartphone ad un POS (sistema con cui è già possibile pagare tramite bancomat e carte di credito). Questo tipo di servizio viene considerato comunque affidabile, poiché né i negozi in cui si acquista, né Apple manterranno memoria dei dati dei clienti. Va ricordato poi che la transazione utilizzerà anche il sistema Touch ID, in grado di riconoscere le impronte digitali. Questo dei pagamenti digitali, nei quali si utilizza uno smartphone invece di soldi e carte, è un mercato in crescita, in cui all’offerta della Apple si stanno aggiungendo Samsung Pay, Amazon Pay, Android Pay, PayPal e tanti altri. Il sistema Android Pay (Google), è basato su una app che in Italia ancora non è disponibile. Lo stesso vale per Samsung Pay, utilizzabile negli ultimi modelli Gear e Galaxy. Al momento invece Amazon offre una piattaforma attraverso la quale è possibile pagare online (non soltanto sul suo store) anche se potrebbe arrivare in poco tempo nei negozi. Paypal funziona sia su PC che su mobile, e in Italia è già disponibile per i pagamenti fuori casa, vedi ad esempio l’applicazione It Taxi.

Le cifre di questo business sono già considerevoli in molti Paesi in cui il sistema è disponibile da un pò di tempo: Australia, Nuova Zelanda, Stati Uniti, Canada, Francia, Cina, Hong Kong, Giappone, Irlanda, Regno Unito, Spagna, Singapore,  Russia e Svizzera. I commercianti che accettano questo tipo di pagamento sono 20 milioni al mondo e per Business Insider, il sito di business più visitato negli Stati Uniti, il giro d’affari del Mobile Payment sta superando i 500 miliardi di dollari. Negli Usa ormai quasi il 90% delle transazioni vengono effettuate con Apple Pay.

 

Segui la pagina Facebook!